Meloni: ‘Al G7 l’Italia ha stupito e tracciato la rotta’

by | Jun 14, 2024 | EUROPA, Italy, POLITICS, PRIMOPIANO, World | 0 comments

Macron: ‘Non ingigantiamo le polemiche, i disaccordi sono noti’


BARI, 14 giugno 2024, 22:36

dell’inviata Silvia Gasparetto

ANSACheck

   “In questi giorni l’Italia è stata al centro del mondo, e gli occhi del mondo sono stati puntati su di noi.

Era una grande responsabilità e sono orgogliosa di come la nostra nazione sia riuscita, ancora una volta, a stupire e a tracciare la rotta”.  Giorgia Meloni non nasconde la soddisfazione.

US President Joe Biden and Italy’s Prime Minister Giorgia Meloni take part in a bilateral meeting on the sidelines of the G7 Summit at the Borgo Egnazia resort in Savelletri, Italy on June 14, 2024. (Photo by Mandel NGAN / AFP)

Con Macron, dopo lo scontro, almeno nelle immagini ufficiali non si registra nemmeno uno scambio di sguardi. In serata è stato il capo dell’Eliseo a cercare di gettare acqua sul fuoco sul caso aborto: “Non c’era polemica, non bisogna ingigantire”, ha osservato il presidente francese, aggiungendo tuttavia che con Meloni “conosciamo i nostri disaccordi, che esistono. Non li ho messi io sul tavolo, ho risposto con onestà” alla domanda di una giornalista italiana.

Resta insomma un’ombra su un vertice che Meloni ha preparato con cura con la sherpa Elisabetta Belloni, e su cui ha scommesso per cementare la credibilità italiana in un momento in cui il suo governo è quello “più forte” del gruppo, come ha rivendicato lei stessa alla vigilia. Una credibilità comunque riconosciuta dal presidente americano, che con la premier ha avuto un incontro bilaterale di oltre mezz’ora. Toni distesi, sintonia sull’Ucraina come sul Medio Oriente. Nessun accenno all’aborto. E la promessa di rivedersi a breve, a Washington, dove a inizio luglio si terrà il vertice Nato.

Meloni ha visto anche l’amico Narendra Modi, con cui si è congratulata per il terzo mandato da premier indiano, e Fumio Kishida, da cui ha preso il testimone e con cui ha siglato un piano d’azione bilaterale Italia-Giappone. Niente faccia a faccia finora, almeno ufficiali, con gli altri leder europei, nonostante quello dei nuovi equilibri post-elettorali sia il dossier più caldo che aspetta tutti già lunedì sera a Bruxelles. Tra una sessione e l’altra del summit, le colazioni di lavoro, la cena dello chef Massimo Bottura e i momenti informali del vertice, tra le delegazioni non si esclude che il tema possa essere stato quantomeno accennato. “Sono tre giorni che sono insieme…”, osserva una fonte. E ci sarebbe tempo anche nella mattinata di domani, nello slot finale del vertice in Puglia, tutto dedicato ai bilaterali prima della conferenza stampa di chiusura di Meloni. Diversi leader – compreso il presidente francese – hanno lasciato però Borgo Egnazia prima, in molti diretti in Svizzera per la Conferenza di pace sull’Ucraina.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA