Tutti pazzi per l’improbabile ‘Thanksgiving Pizza’

by | Nov 23, 2023 | PRIMOPIANO, USA, World | 0 comments

L’ananas non c’è ma gli ingredienti sorprendono lo stesso: tacchino, purè, ripieno di carne e salsa ai mirtilli (a piacere). 

In lista da settembre per mangiarla durante il Ringraziamento  Il mix conquista i palati del Rhode Island e si diffonde sui social

tempo di lettura: 4 min

 ingredienti improbabili pizza thanksgiving 

AGI – I cultori della pizza napoletana, la regina della tavola italiana universalmente riconosciuta Patrimonio immateriale Unesco, potrebbero sentirsi male. Ma la notizia della nuova pizza creativa che sta conquistando i palati, per fortuna, non arriva da un angolo del nostro Paese ma da una cittadina del Rhode Island (Stati Uniti) non lontana dalla Capitale dello Stato, Providence.

Qui, una decina di anni fa  Kristy Knoedler, proprietaria della popolare pizzeria Fellini’s la lanciato la sua Piazza di Thanksgivingpasta croccante e farcitura a base di mozzarella, purè di patate, ripieno di carne, salsa e naturalmente tacchino. La salsa ai mirtilli rossi in gelatina, un altro ‘must’ nel menù tradizionale di Thanksgiving è (per fortuna) facoltativa.

Gli abitanti della zona, riferisce anche il New York Post fanno a gara per averla in tavola nel giorno del Ringraziamento, la festa americana più importante dell’anno. Quest’anno, addirittura, la proprietaria ha dovuto lanciare una lista di ordinativi sui social della pizzeria già a settembre…Ma anche questo tipo di pianificazione, anno scorso, non ha evitato code chilometriche all’esterno del locale per ritirare la Thanksgiving Pizza e, di conseguenza, più di un reclamo da parte di clienti costretti ad aspettarla anche quasi due ore.

“Le prenotazioni sono iniziate il 25 di settembre – ha spiegato  Kristy Knoedler a un quotidiano locale – ma già dopo poche ore abbiamo dovuto chiudere la lista perché non potevamo più accettare ordini”. Nel solo giorno del Ringraziamento, anno scorso, la pizzeria Fellini’s è riuscita a servire, a prezzo di lunghe code per ritirare le scatole di pizza, circa 2mila clienti.

Alla fine, continua la proprietaria, “il bello della sfida” è proprio riuscire a ordinare una di queste pizze: “la gente cerca di chiamarci ed è come vincere un premio, una gara contro il tempo – afferma lusingata, a volte le persone chiamano per ore ma credo che questo renda tutto più divertente”.

A onor del vero, il successo della Thanksgiving Pizza ha già dato utili input ai siti del fai-da-te (e ai cuochi improvvisati) Oltreoceano. E così scopriamo che nel variegato universo delle ‘pizze’ a stelle a strisce si guadagna un posticino anche chi promuove la sua interpretazione, a livello ecologico e organizzativo più sostenibile, di questa ricetta: trasformando gli avanzi del pasto del Ringraziamento in una “straordinaria Pizza”. “Un modo perfetto – recita un post su weekendcraft.com –  per utilizzare gli avanzi senza annoiarsi dopo la grandi feste.

La riproduzione è espressamente riservata © Agi 2023