Un supporto psicologico per i cittadini della Capitale

by | Sep 29, 2021 | Culture, Italy, Roma | 0 comments

Un supporto psicologico per i cittadini della Capitale

Inaugurato a Roma, lo scorso 23 settembre, lo sportello di ascolto psicologico del cittadino

La manifestazione si è svolta presso la Sala della Piccola Protomoteca al Campidoglio. Grande partecipazione di pubblico per la presentazione di un progetto che può dare un aiuto concreto alla comunità e che può rappresentare una salvezza per molti. Scopo dello sportello, infatti, è accogliere tutti coloro che attraversano un periodo difficile e che soffrono di disagio psicologico come la malattia, l’handicap, il lavoro, la povertà dignitosamente affrontata in modo silenzioso e quasi invisibile.

Si tratta di un servizio socialmente rilevante in un tempo in cui le persone hanno bisogno non solo di condividere, ma anche di mostrare concretamente l’aiuto, dopo aver assistito a scenari orwelliani con le città deserte, i negozi chiusi e le strade silenziosamente vuote. Molta attenzione è rivolta alla gioventù in difficoltà o che si sente smarrita e senza positivi obiettivi per il futuro.

Il progetto nasce a ottobre 2020 dalla collaborazione tra la Dott.ssa Stefania Cacciani, psicologa e criminologa, e l’Associazione Linea Punto Verde Onlus. Il progetto è stato appoggiato dal Senatore Maurizio Gasparri che ha concesso di utilizzare la sede di Forza Italia Municipio 1 di Via dei 4 Cantoni n.58.

Presenti in qualità di relatori, il Prof. Salameh Ashour, portavoce della comunità palestinese-Iman, la Dott.ssa Stefania Cacciani, psicologa e criminologa, la Dott.ssa Anna Maria Pierella, la Dott. ssa Sofia Moreira, Presidente dell’Associazione e il Sen. Maurizio Gasparri per i saluti istituzionali.

Il convegno ha espresso la necessità di cambiare il punto di vista e l’approccio ai diversi e numerosi problemi, soprattutto perché dopo la pandemia si è allargato il divario sociale, accentuandone la crisi. Permangono le paure sostenute dallo spettro del contagio e l’ansia alimentata dall’incertezza ma, lo sportello psicologico, può aiutare a condurre le persone verso la solidarietà, la condivisione, l’empatia e la fratellanza che sono forme di vicinanza spirituali otre che fisiche.

Lo sportello psicologico, dunque, è’ un primo passo verso l’aiuto per le persone fragili e vulnerabili, soprattutto in tempi di resilienza. Il progetto prevede l’estensione del supporto anche per motivi legali ed economici per i cittadini che hanno perso il lavoro o per categorie in sofferenza ed emarginate.

L’importante servizio dello sportello psicologico è momentaneamente aperto a tutti i cittadini residenti nel Municipio 1 di Roma ma verrà prossimamente esteso anche ai vari municipi capitolini.